Place des Vosges

Metro: Bastille, Saint Paul

La piazza perfettamente quadrata, è chiusa completamente da trentasei caratteristici palazzi, con il piano inferiore a portici e sormontati da due ordini di finestre. Al centro della piazza c'è la statua in marmo di Luigi XIII a cavallo, copia di quella di P.Biard distrutta durante la Rivoluzione. La piazza sorge sul luogo dell'Hôtel des Tournelles, dove nel 1559 durante un torneo trovò la morte Enrico II. Progettata da Enrico IV nel 1607 e terminata nel 1612. Al centro del lato sud sta il Pavillon du Roi, il più ricco, riservato ad Enrico IV, mentre di fronte è quello riservato alla Regina. Al numero 6 si trova i Musèe Victor Hugo, cioè la casa dove abitò il grande poeta dal 1832 al 1848. Oggi vi sono raccolti i suoi ricordi, le testimonianze più importanti della sua vita e circa 350 disegni che attestano l'altezza e la multiformità del suo genio. La casa museo di Victor Hugo è aperta dalle 10 alle 17:40 tranne il lunedì e i festivi.


Basilique du Sacré-Coeur

Metro: Anvers

La Basilica del Sacré-Ceur de Montmartre è uno dei simboli di Parigi. E' caratterizzata da tre cupole candide visibili anche da lontano. Dopo la sconfitta dei francesi da parte dei prussiani e dopo il rovesciamento della Comune di Parigi (1871), i cattolici francesi sciolsero il loro voto di erigere sulla collina una chiesa in segno di speranza. La costruzione si dimostrò ben resto difficile a causa dell'inconsistenza del terreno e si protrasse quindi nel tempo. Fu ultimata solamente nel 1910 e consacrata nel 1919. La Basilica è meravigliosa ma di ancor maggior impatto é la salita della sua interminabile scalinata che vi porterà a godere di uno spettacolare panorama su tutta la città.


Place de la Concorde

Metro: Concorde

La Place de la Concorde, che trova all'intersezione fra il Louvre, L'Arco di Trionfo, la Madeleine e il Palais Bourbon, è considerata una delle più belle piazze del mondo. Scelta dal governo quale luogo per la statua equestre di Luigi XV, e chiamata inizialmente Place Luois XV, fu disegnata dall'architetto Jacques Gabriel, che fece erigere sulla parte nord della piazza due sontuose costruzioni: a destra il palazzo dell'attuale Ministero della Marina e a sinistra l'attuale Hotel de Crillon. Durante la Rivoluzione francese, la statua del re fu abbattuta, la piazza ribattezzata Place de la Révolution e vi fu eretta la ghigliottina. Tra le 1343 persone che su questa piazza furono decapitate, si ricordano: re Luigi XVI, Maria Antonietta, Madame du Barry, Charlotte Corday, Danton e Robespierre con i suoi sostenitori. Nel 1795, per purificarla da tutto il sangue versato durante la Rivoluzione, la piazza prese il nome di Place de la Concorde. Nel 1833 fu innalzato nel mezzo della piazza un pesante obelisco proveniente da Luxor (vicino all'antica Tebe d'Egitto) alto 23 m. e pesante 230 t.


Opéra de Paris Garnier

Metro: Opéra

Con la realizzazione dell'Opera di Parigi doveva prendere l'avvio uno stile Napoleone III. Il risultato fu la realizzazione di una sontuosa costruzione neobarocca. Opera di Jean-Louis-Charles Garnier (1825-98), è il più grande palazzo dell'opera del mondo. La facciata, preceduta dalla scalinata, è a due ordini: ad arcate e a loggia su colonne binate (sovrastate da un attico molto decorato).Le sette arcate del pianterreno sono alternate da figure allegoriche: da sinistra, la "Poesia", la "Musica", l'Idillio", la "Retorica", il "Canto", la "Drammaturgia", la "Danza", il "Melodramma". All'interno, nel 1964, Marc Chagall realizzò l'affresco della cupola del salone, dominato dai colori rosso e oro. Monumentale lo scalone interno realizzato in marmo policromo detto "Escalier d'Honneur" (Scalone d'Onore).


Place Vendôme

Metro: Opéra

Capolavoro dell'architettura classi ca dell'epoca di Luigi XIV, Re Sole, la piazza è dominata dalla colonna con la statua di Napoleone e circondata dalle facciate eleganti e dai portici degli edifici che ospitano banche, gioiellerie, il famoso Hotel Ritz e ultimo arrivo la sede parigina della Maison Valentino. La colonna bronzea di Place Vendome (Colonne de la Grande Armée), che illustra nella sua spirale con 66 rilievi in bronzo i trionfi dell'armata napoleonica, è percorsa al suo interno da una scala a chiocciola che sale fino alla sommità.


Centre d’art et de culture Georges Pompidou - Beaubourg

Metro: Opéra

Il provocatorio "Beaubourg", opera dell'ormai noto architetto Renzo Piano e Richard Roger, si innalza nel centro della città, tra il quartiere di Les Halles e il Marais, come un immenso parallelepipedo dalle strutture tubolari che si sovrappongono in un gioco ad incastro di vetro ed acciaio. L'imponente edificio avveniristico è diventato dal 1967, anno della sua inaugurazione, un centro di interesse culturale che accoglie una media di 25000 visitatori al giorno. Riaperto nel Capodanno del 2000 dopo un lungo restauro, ospita spazi ancora più ampi per mo0stre e spettacoli, e una modernissima biblioteca. La costruzione infatti è stata sottoposta ad un profondo maquillage: l'architetto genovese Piano, si è occupato di realizzare nuovi spazi espositivi, rinnovando ogni elemento della singolare costruzione.. Nelle vicinaze troverete Les Halles, enorme centro commerciale realizzato nel 1979 al posto degli antichi mercati generali, si sviluppa sopra e sotto il livello stradale. Al suo interno il Pavillon des Arts, la Maison de la Poésie e il Musée de l'Holographie.