Arc de Triomphe de l'Étoile

Metro: Charles de Gaulle Étoile

L'Arco di Trionfo, poderosa costruzione dedicata alla gloria delle vittoriose armate francesi della Rivoluzione e del primo Impero, fu fatto costruire da Napoleone I che affidò incarico di realizzarlo nel 1806, su disegno di Chalgrin, ma non ne vide il completamento (1836). Nel 1920 fu collocata sotto l'arco la tomba del Milite Ignoto, la sua salma proviene dai campi di battaglia della guerra 1914-18. Un piccolo museo sotterraneo custodisce documenti relativi alla storia della costruzione del monumento e cimeli di Napoleone I, nonché della prima guerra mondiale. L'Arco è alto 50 m. e largo 45 m. Sull'esterno del monumento complesso, giganteschi gruppi marmorei rappresentano la partenza, la vittoria e il rientro trionfale delle truppe. All'interno si trovano i nomi dei generali e delle battaglie.


Avenue des Champs Élysées

Metro: Franklin D. Roosevelt

Gli Champs-Elysées (Avenue des Champs Elysées), lunghi 1910 m. e larghi 88 m., sono conosciuti in tutto il mondo come la più sontuosa strada di Parigi. Sono divisi in due parti dal Rond Point, il loro più importante incrocio. La parte superiore, quella che porta all'Arco di Trionfo, offre tutto quanto uno straniero desidera: negozi e alberghi di lusso, innumerevoli ristoranti, caffè, cinema e teatri, uffici delle grandi banche e compagnie aeree internazionali. Qui si dà appuntamento il mondo e si sentono parlare mille lingue. La parte inferiore della strada, quella che porta alla Place de la Concorde, al contrario attraversa giardini nei quali si trovano musei, teatri e alcuni celebri ristoranti. Fino alla fine del XVI secolo in quest'area si trovano solo campi e paludi. Nel XVII secolo fu realizzata per la prima volta una strada carrozzabile (Cours de la Reine), che partiva dal Castello delle Tuileries, l'architetto Le Notre fece realizzare un ampio e ombreggiato viale (Gran Cours), che dal palazzo saliva fino alla sommità del colle sul quale oggi sorge l'Arco di Trionfo. All'inizio del XVIII secolo questo viale assunse il nome di Champs Elysées. Gli Champs Elysées costituiscono una parte della Voie Triomphale che fu ultimata con Napoleone III.


Tour Eiffel

Metro: Bir Hakeim

Una frequentatissima meta turistica, diventata il simbolo della stessa Parigi, è la "Tour Eiffel", enorme giocattolo di ferro, costruita nel 1889 in occasione dell'Esposizione universale, su progetto dell'ingegnere Gustave Eiffel. Ultimamente la costruzione è stata rafforzata con nuove strutture in cemento armato. Dalla terrazza sommitale, raggiungibile con ascensore, si può godere di una vista speciale oltre che gustare un raffinato pasto tipicamente francese ad elevata quota. La Torre fu costruita in occasione della Esposizione Universale del 1889 su progetto e calcoli statici dell'ingegnere di Digione Alexandre-Gustave Eiffel (1832-1923). Alta 307 metri, è composta da 15000 travi d'acciaio ed è tenuta assieme da due milioni e mezzo di bulloni. Dalla piattaforma sommitale (raggiungibile con ascensore) si può godere di una vista superba che, con bel tempo, consente di spaziare sull'orizzonte fino a 70 chilometri di distanza.


Notre Dame de Paris

Metro: Cité, Châtelet

Nessun’altra costruzione si lega alla storia di Parigi come Notre-Dame. Essa si erge maestosamente sull’Ile de la Cité, culla della città. Papa Alessandro III pose la prima prima pietra nel 1163, dando inizio a 170 anni di lavori da parte di schiere di archietetti gotici e di artigiani medievali. Da allora molte famose personalità sono passate sotto i tre portali e le imponenti torri. La Cattedrale è un capolavoro gotico, sorto sul luogo dove c’era un tempio romano. Alla fine dei lavori, nel 1330 circa, misurava 130m di lunghezza, aveva archi rampanti, un ampio transetto, un profondo coro e torri alte 69m. Merita particolare attenzione anche il tesoro di Notre-Dame. Oltre alle grandi reliquie (un chiodo e un pezzo della croce di Gesù nonché una spina della corona di spine per custodire le quali Luigi IX fece costruire la Sainte-Chapelle) nel tesoro sono visibili anche cimeli sacri (croci e calici) ed il mantello dell'incoronazione di Napoleone I.


Palais Royal

Metro: Palais Royal

Già appartenuto a Richelieu all'inizio del XVII secolo, alla sua morte passò alla casa reale. Il Re Sole vi abitò da bambino. Il teatro del cardinale dove Molière morì mentre recitava "Il malato immaginario" bruciò nel 1763 e fu sostituito dalla Comédie Francaise, attuale sede del Teatro Nazionale Francese. Il Palais Royal fi costruito come un piccolo e privato teatro nella residenza del Cardinale Richelieu. Fu disegnato all'architetto Jacques Lemercier. Fu il primo teatro in Francia con scenari mobili e arco di proscenio. La prima produzione che andò in scena fu il Mirame di Jean Desmeret's nel 1641. dopo la morte del Cardinale Richelieu, il palazzo divenne proprietà della casa reale e fu utilizzato per organizzare banchetti e feste. Dal 1660 fu utilizzato da Moliere per le sue rappresenatazioni e dopo la sua morte venne trasformato in teatro dell'Opera da Jean-Baptiste Lully. Il teatro bruciò completamente nel 1763 e fu ricostruito 17 anni dopo.


Montmartre

Metro: Montmartre

La Butte Montmartre, il più alto "monte" di Parigi, non è solo luogo di leggenda ma anche avvenimenti storici. Durante i giorni della Rivoluzione il colle assunse il nome del capo rivoluzionario Jean-Paul Marat: Mont Marat. Quello che era un paesino di vignaioli assunse una rinomanza mondiale grazie alla presenza di quella comunità di artisti che, prima della fine del secolo scorso, si insediò qui richiamando da ogni dove pittori, cantanti, scrittori e vari artisti fra i quali: Monet, Van Gogh, Picasso. Alla fine del XIX secolo era il quartiere dell'arte e della trasgressione. Oggi la Butte (collina) conserva gran parte del suo fascino, nelle pittoresche piazzette (Place du Tertre è la più famosa), le tortuose stradine, le lunghe scalinate, gli happening degli artisti di strada, i cabaret e i ritrovi di ogni genere.